Misure dei sacchetti per la spazzatura

Sacchetti spazzatura piccoli

Tra gli oggetti indispensabili per la vita di tutti i giorni, anche se forse non ce lo ricordiamo, ci sono i sacchetti per la spazzatura.

Questi elementi da usare in casa o in ufficio, come in negozio e negli esercizi di ristorazione o nei magazzini, sono di varie misure, in base alla quantità di spazzatura da raccogliere.

Troviamo quindi varie misure dei sacchetti per l’immondizia in commercio.

Ci sono i sacchetti spazzatura piccoli, che vengono utilizzati o sotto la scrivania o nel bagno, per i piccoli rifiuti non ingombranti.

Visualizza altre offerte

 

Sacchi immondizia 70×60

Di solito quelli standard misurano 70×60 cm e i sacchi immondizia 70×60 hanno una capacità di 30 l, sono quindi perfetti per una famiglia di tre o quattro persone.

Il sacco a volte è dotato anche di soffietti laterali, per aumentarne la capacità una volta aperto.

Sacchi immondizia 70×80

Sempre simili a quelli 70×60 ma con maggiore altezza troviamo i sacchi immondizia 70×80. L’altezza infatti varia a seconda dell’altezza della pattumiera in uso.

Sacchi spazzatura 55×65

I sacchi spazzatura 55×65 sono sacchi piccoli, ideali da inserire nei cestini per il bagno. Sono sacchetti per la pattumiera igienici e adatti per rifiuti non ingombranti.

Se ne trovano di trasparenti come pure con laccetti o colorati, oppure anche profumati.

Sacchi immondizia grandi

Per capire bene quali misure dei sacchetti per la spazzatura dobbiamo utilizzare per la nostra casa o il nostro ufficio, dovremo acquistare i sacchi a seconda della grandezza della nostra pattumiera.

La larghezza è la misura della semicirconferenza della bocca del sacco. La lunghezza invece è la misura tra la bocca e la base del sacco. Sono espresse in mm o cm.

I sacchi spazzatura grandi vengono usati in aziende, comunità, magazzini, esercizi commerciali come ristoranti o bar.

Sacchi spazzatura 70 x 110

Tra i sacchi per la spazzatura grandi troviamo i sacchi spazzatura 70 x 110, di dimensioni grandi, ideali per rifiuti ingombranti, per esercizi commerciali e di ristorazione, o per eventi di vario tipo.

Sono usati anche per chi fa le pulizie nei grandi enti pubblici, oppure in scuole, ospedali, mense, dato che sono perfetti per raccogliere grandi quantitativi di sporco.

Sacchetti spazzatura umido

Un’altra caratteristica dei sacchi delle immondizie dipende dal materiale con cui sono realizzati. Quindi oltre alle misure dei sacchetti spazzatura, dovremo anche scegliere il giusto materiale.

HDPE ovvero Polietilene ad alta densità, di solito usato per sacchi per la raccolta indifferenziata, resiste a elevate temperature e agli strappi, ma ha una ridotta resistenza alla lacerazione.

C’è poi l’LDPE ovvero Polietilene a bassa densità, più morbido e più modellabile con maggiore resistenza alla lacerazione. Ideale per i rifiuti pesanti.

Per quanto riguarda i sacchetti per la spazzatura umido, si usa invece la biopellicola, una pellicola realizzata con amido di masi e un polimero che la rende biodegradabile, è ideale per riporre i rifiuti compostabili e può venire smaltita insieme ai nostri rifiuti biologici.

Sacchetti umido misure

Le misure dei sacchetti per l’umido sono di solito abbastanza ridotte, dato che il sacco non può essere troppo pesante altrimenti rischia di rompersi, e inoltre l’umido deve essere velocemente smaltito.

Quindi il sacchetto è piccolo, e misura circa 42×45 o 50×60.

Se però dovete raccogliere erbe o ramaglie, allora ci sono anche i sacchi per umido 70×110 oppure 85×110.

 

 

 

Lascia un commento