Curare le vene varicose

Ecco tante utili informazioni per la cura delle vene varicose

Le vene varicose sono un problema molto sofferto dalle donne, perché sono antiestetiche e creano anche delle difficoltà. Una delle ultime stime rileva che circa il 71% delle donne soffre di questo problema, la maggioranza dunque della popolazione femminile.

A cosa è dovuto? Le vene varicose sono la manifestazione fisica di un problema di circolazione delle gambe e di capillari fragili. Il ristagno di sangue negli arti inferiori fa sì che ci sia un accumulo nei vasi, che alla lunga conduce alla rottura e conseguente visibilità delle vene varicose. Questo problema spesso ha cause genetiche, infatti si ha una predisposizione ereditaria alle vene varicose, o può essere dato dall’uso di tacchi alti per lungo tempo, che impediscono la circolazione perfetta del sangue negli arti inferiori. Un’altra causa può essere uno squilibrio ormonale.

Molte persone ricorrono alla chirurgia per eliminare il problema, o con un intervento, oppure con la tecnica della scleromousse, meno invasiva ma di altrettanta efficacia. Con l’ausilio di un prodotto sclerosante si va a sostituire il sangue nella vena, in modo da chiuderla e atrofizzarla. È un metodo ambulatoriale che si risolve in 20 minuti senza bisogno di alcuna anestesia.

Per chi invece preferisce ricorrere a rimedi naturali, ce ne sono diversi ed efficaci.

Innanzitutto, bisogna tener presente che per il problema delle vene varicose è utilissimo far uso costante di procedure di vasodilatazione nella propria routine quotidiana: quindi via libera a bagni caldi e massaggi con olii. Mentre invece bisogna eliminare cerette, luce pulsata, e tutte quelle tecniche di depilazione che strappano i peli o producono un trauma perché fanno sì che si formino appunto le vene varicose. Chi soffre di questa problematica dovrebbe usare il silkepil o la lametta, nient’altro.

Invece un ottimo rimedio naturale è l’aglio, un perfetto vasodilatatore. È possibile creare un impasto a base di aglio da spalmare sulle zone interessate con un bel massaggio, basteranno dieci spicchi d’aglio tagliati e tritati, tre cucchiai d’olio d’oliva e un bicchiere di succo di limone. Si amalgama il tutto e si distribuisce sulle vene varicose. Utilizzato perlomeno due volte alla settimana, questo rimedio naturale darà risultati evidenti fin da subito. Qui puoi trovare ulteriori consigli proprio per eliminare le vene varicose in modo naturale: https://www.giornaledonna.com/vene-varicose-cosa-perche-vengono/

Un altro vasodilatatore sulle nostre tavole è l’aceto di mele, anch’esso buon rimedio contro le vene varicose. Si utilizza imbevendo un fiocco di cotone di aceto, si passa sulle zone interessate e si lascia agire per circa venti minuti. Oppure si può ingerire direttamente mescolato in un bicchiere d’acqua due volte al giorno, il sapore non è per niente gradevole, per cui la prima formula d’utilizzo è la più indicata.

Ottimo rimedio contro le vene varicose è l’idroterapia, in particolar modo il percorso Kneipp che prevede getti alternati di acqua calda e fredda. Oggi un’ora di idroterapia si può trovare anche a costi contenuti nei centri benessere. Altrimenti per chi avesse bisogno di un rimedio più economico, si può sempre camminare nell’acqua, soprattutto durante le prime ore del mattino d’estate. Un grande aiuto contro le vene varicose è dato dall’attività fisica costante di tipo aerobico, ma anche corsa e camminata.

È inutile ripetere quanto sia essenziale un’adeguata attività fisica quotidiana soprattutto per chi per motivi di lavoro sta seduto tutto il giorno. L’attività aerobica aiuta la circolazione del sangue e rende i muscoli degli arti inferiori più allenati. Oltretutto l’attività fisica aiuta a perdere peso, ed è essenziale per combattere le vene varicose perché più si è sovrappeso maggiore è la pressione esercitata sulle gambe, con il conseguente formarsi delle vene varicose.

Lascia un commento