Come scegliere il giusto sacco per le immondizie

Sacchi per spazzatura differenziata

Ognuno di noi, a casa come in ufficio, deve prima o poi gettare la spazzatura.
Per una corretta raccolta della stessa si devono utilizzare sacchi per l’immondizia di varie misure, e anche di vari materiali, che permettono di raccogliere i rifiuti suddividendoli per tipologia, in modo da effettuare una corretta raccolta differenziata.

Infatti per rispettare l’ambiente e smaltire correttamente i rifiuti, ogni cittadino deve fare la raccolta differenziata, utilizzando anche gli appositi sacchi per spazzatura differenziata.

Questi sono realizzati in materiale biodegradabile, o compostabile, adatto per il rifiuto umido.

La differenziata raccoglie separatamente i diversi materiali come plastica, pet, carta, vetro, alluminio, umido, rifiuti speciali come medicinali o elettrodomestici, e il resto va nella indifferenziata.

Sacchi per l’immondizia biodegradabili

Per raccogliere nel modo giusto l’umido, si possono utilizzare nei comuni ove sia consentito, dei sacchi per l’immondizia biodegradabili, realizzati in materiale che si degrada in pochi mesi, e sono sacchetti compostabili che rispondono alle normative di legge e devono avere la scritta “biodegradabile e compostabile”, citare la norma “UNI EN 13432:2002” e il marchio di un particolare ente, a tutela del consumatore.

In questo modo i sacchetti si possono compostare assieme ai rifiuti umidi e diventano compost, ovvero si potranno trasformare in terriccio compost per diversi utilizzi.

Sono disponibili sul mercato sacchi per l’immondizia di varie misure, per ogni esigenza, sia in casa, come per un condominio, un ufficio o esercizi commerciali.

Sacchi spazzatura 240 l

I sacchi per la spazzatura da 240 l sono sacchi grandi, che si possono usare per spazzature condominiali, oppure per smaltire rifiuti e scarti di prato o giardino, da usare e riciclare, senza gettarli nel cassonetto degli sfalci di erba e ramaglie.

Oltre a questi ci sono sacchi per l’immondizia di varie misure, ad esempio 90×120 cm, o i classici sacchi per la spazzatura da mettere nel cestino sottolavello, di dimensioni 60 x 80 cm, oppure 50×60 cm. Si possono trovare semplici con laccetto, oppure con maniglie, più comodi per il trasporto, e di vari colori, nero ma anche giallo, azzurro, trasparente, bianco, rosa.

Sacchetti per l’immondizia rettangolari

I sacchetti per l’immondizia rettangolari sono un tipo di sacchetti perfetti per cestini dell’immondizia di forma rettangolare.

Prima di scegliere il sacchetto giusto per i propri cestini delle spazzature, si dovrebbe infatti prendere la misura del cestino, e capire anche che forma ha, se rotonda o rettangolare.

Per i cestini rotondi si deve misurare il diametro comprensivo di bordo, per quelli quadrati o rettangolari il semi perimetro esterno sul bordo, in questo modo si potrà scegliere davvero il sacco adatto alla propria pattumiera, senza sprechi e senza sbagliare acquisti per i sacchetti della spazzatura.

Infatti invee d comprare solo quelli in offerta che magari poi non vanno bene, conviene acquistare un sacchetto che segua le misure del nostro bidone, in modo che possa essere infilato perfettamente e permetta una raccolta ordinata e sopratutto efficace dei rifiuti.

Lascia un commento