L’educazione del gattino

Quasi tutta l’istruzione di un gattino è fatta attraverso la madre, e i suoi fratelli con i quali gioca. E ‘con gli altri gatti e gattini attraverso i giochi tra i quali egli si identifica che imparerà a controllare i suoi morsi e artigli. L’identificazione con il gatto in giovane età, nei primi mesi sono cruciali per l’educazione del gattino.

poi voi potete riprodurre la formazione e comportamento della madre per dimostrare la vostra autorità in una lingua che è familiare al gattino, quella di sua madre. Ciò faciliterà la cura che fornirete di volta in volta: spazzolatura, prendere le compresse, ecc …

Un gattino non deve essere separato da sua madre prima dei 3 mesi con il rischio di essere svezzati troppo presto (minimo 7 settimane) e di essere disorientato. La formazione di un gatto non ha le stesse cause e le conseguenze di quella di un cane. Il gatto non obbedisce come un cane, essendo la sua natura testarda e indipendente.

Se il gatto è abituato a bambini molto piccoli e neonati, non avrà difficoltà a vivere in presenza di questi ultimi. I gatti non sono aggressivi verso i più piccoli, ma sentono la paura di fronte ai bambini rumorosi o meno.

Dobbiamo insegnare ai bambini a rispettare il gatto, non spaventarlo. Essere tranquillo e pacifico e l’esperienza di vivere con un gatto potrebbe insegnare loro il rispetto per gli altri.

E ‘anche importante informare i bambini che l’area comunicativa del gatto è nella parte anteriore del suo corpo e che è possibile avvicinarsi a lui davanti e accarezzarlo sulla testa. Per contro, la parte posteriore del corpo (gambe, coda ) è un’area da evitare per il rischio della paura.

Lascia un commento