Ricetta del pesto alla genovese

Ingredienti e modalità per preparare da soli il condimento della pasta

La ricetta del pesto alla genovese è semplice e a portata di tutti, sia dei più esperti in cucina sia dei novellini. L’unica condizione imprescindibile affinché venga fuori una salsa ottima è la qualità degli ingredienti che devono essere freschi e possibilmente biologici.

Ricetta pesto alla genovese: la storica salsa ligure per il condimento dei vostri primi piatti

Il pesto alla genovese è una buonissima salsa fredda il cui ingrediente base è il basilico, che per essere perfetto deve essere di qualità ligure, con la foglia leggermente più piccola rispetto al comune basilico da vaso che si trova in commercio. Il pesto ligure è da sempre il vanto della cucina del Nord Ovest ed è apprezzato ovunque.

Oltre a ingredienti di alta qualità, un altro segreto per ottenere un buon pesto alla genovese è saper dosare bene tutti gli ingredienti bilanciando così il sapore di ognuno. Gli ingredienti sono pochi e semplici: parmigiano grattugiato, olio extravergine d’oliva, aglio, sale grosso, pinoli e noci.
Il pesto è un ottimo condimento per la pasta ma può essere gustata anche spalmata sui crostini per completare uno stuzzicante aperitivo. Per mantenere tutte le caratteristiche organolettiche, il pesto deve essere preparato con l’apposito mortaio che meglio libera l’olio essenziale e l’aroma del basilico e mai con il frullatore.

Assicuratevi inoltre che le foglie di basilico siano fresche, lisce e non “spiegazzate”: eviterete così l’ossidazione del colore che apporterebbe alla crema di pesto un verde troppo scuro.

Ricetta pesto alla genovese: ingredienti e procedimento per preparare il pesto

Per la preparazione del pesto per 2 persone occorrono:

• 60 g di foglie di basilico fresco
• 2 spicchi d’aglio
• q.b. olio extravergine d’oliva
• 1 cucchiaio abbondante di pinoli (circa 20 grammi)
• 3 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato
• 3 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato
• 6 noci sbriciolate (a piacere)
• 1 cucchiaino di sale grosso

Mettete all’interno del mortaio i granelli di sale grosso e gli spicchi d’aglio e iniziate a pestare con l’apposito pestello in legno. Aggiungete poco per volta le foglioline di basilico e continuate a premere con un dolce movimento rotatorio e prolungato. A questo punto unite i pinoli, il formaggio parmigiano e il pecorino, versate a filo l’olio extra-vergine d’oliva e continuate a pestare il tutto.

Per chi desidera aggiungerle, unite ora le noci sbriciolate e proseguite ancora qualche minuto pestando in senso orario, verso le pareti del mortaio che farete girare nel senso opposto.

L’operazione è conclusa: la dolce e preziosa salsa al pesto è pronta. Versatela tutta in un contenitore di vetro e, prima di riporla in frigo, copritela con olio extra-vergine d’oliva. Se pensate di gustare il pesto fatto in casa sulla pasta, preferite una pasta corta e ruvida che faccia “aggrappare” la salsa alla sua superficie.

Avete ospiti a cena e non sapete quale vino abbinare al vostro primo piatto di pasta al pesto alla genovese? Niente paura, la risposta rimane nella regione ligure: un vino che si sposa bene con il pesto è infatti il Pigato della Liguria, un bianco giallo paglierino, dal profumo intenso e dal gusto secco. Va bene anche un Vermentino dal profumo più delicato, aromatico, dal sapore asciutto e con un lieve retrogusto amarognolo.

 

Lascia un commento