Conosciamo i gerbilli

I gerbilli

I gerbilli sono roditori, simili ai criceti, che oggi si stanno diffondendo nelle nostre abitazioni.

I roditori (Rodentia) sono un ordine di mammiferi che in termini di numero di specie sono i più numerosi.

Infatti comprendono circa il 43% delle specie di mammiferi oggi esistenti.
Il loro nome deriva dal termine latino rodere ovvero rosicchiare, riferito al fatto che tutti essi hanno l’abitudine di rosicchiare di continuo.

C’è una spiegazione scientifica per questo, infatti i loro denti incisivi sono molto pronunciati, adatti a rosicchiare semi, noci, nocciole, e altri tipi di cibo duro, e se non rosicchiassero, i denti crescerebbero troppo andando a ferire la pelle sottostante.

Tra i roditori domestici, possiamo annoverare criceti, topi domestici, cavie, cincillà, degus, chipmunks, gerbilli, ratti, scoiattoli.

I gerbilli addomesticati

I gerbilli addomesticati assomigliano dunque ai criceti, solo con la testa un po’ più più ampia, le orecchie un po’ più piccole, hanno corpo sottile e una lunga coda.

Sono lunghi anche fino a 20 cm e si muovono come i topi.

Sono a pelo corto e di molti colori, i colori più diffusi però sono il nero, il marrone, il grigio, l’arancione e il bianco.

Carattere del gerbillo

I gerbilli sono animaletti domestici, ma molto delicati, quindi vanno presi in mano con molta delicatezza. Per questo non sarebbero indicati per i bambini piccoli che spesso non sanno dosare la forza delle loro mani. In ogni caso essendo animaletti docili e giocherelloni, sono adatti per i bambini in generale.

Come i criceti sono animali notturni e molto attivi di notte, mentre dormono di giorno.

Gli piace scavare e correre sulla ruota, e amano vivere con altri individui della loro specie dato che sono molto socievoli a differenza dei criceti.

Il carattere del gerbillo è dunque giocherellone, curioso, molto docile e affettuoso, anche tra gerbilli amano fare effusioni e si leccano il musetto per salutarsi.

La loro aspettativa di vita in cattività è di ca 2-4 anni in media.

Alimentazione del gerbillo

L’alimentazione del gerbillo è varia, è onnivoro quindi mangia semi, fieno, piccoli pezzi di verdura o di formaggio di tanto in tanto.
Sul mercato ci sono mix di semi già pronti adatti al gerbillo che così può fare scorta di energia.

Si deve fare attenzione alla sua dieta in ogni caso, senza esagerare con un solo tipo di prodotto, ma offrendogli più varietà di cibo adatto a lui con la giusta proporzione.

Lascia un commento