Acquistare un condizionatore

Consigli utili per l’acquisto di un condizionatore

In estate è divenuto quasi impossibile vivere senza aria condizionata. Le notti si sono fatte calde ed afose e se una volta utilizzavamo il ventilatore per sopravvivere ora non possiamo fare a meno della climatizzazione. Per installare un climatizzatore ci vuole un tecnico professionista un frigorista in possesso di patentino e certificazione, se siete nella zona di Roma potete fare riferimento a http://condizionatoriroma.altervista.org/.

I condizionatori sono molto ingombranti , è soprattutto il motore esterno quello a dare maggiore preoccupazioni. Non tutti dispongono infatti di un balcone proprio , in molti poi hanno vincoli condominiali che non permettono di montare questi mostri anti estetici sulle facciate. Pensiamo a chi vive nei centri storici delle città, oppure chi in palazzine di interesse artistico. In questo caso possiamo si può considerare l’acquisto di un condizionatore portatile o di un modello senza unità esterna. Pensiamo al famoso Pinguino de Longhi oppure al modello di Olimpia splendid, Unico.

Cosa bisogna verificare prima di acquistare un condizionatore

I prezzi si sono abbassati moltissimo e le prestazioni contemporaneamente si sono alzate. Oggi i condizionatori sono molto efficienti e consumano meno energia di un tempo. Parliamo sempre però di elettrodomestici che assorbono parecchia corrente elettrica quindi il loro uso va sempre calibrato. Non dobbiamo pensare di avere 22 – 23° in casa in estate  quando fuori ce ne sono 35 , il dispendio energetico sarebbe eccessivo. In casa si può stare benissimo con 26 – 27°, specialmente se viene abbassato il tasso di umidità, ovvero la presenza di acqua nell’ aria.

La potenza di un Ccondizionatore si esprime in BTU, British Thermal unit (i modelli piu’ usati sono da 9000 e 12000 Btu). Ma non è questo il parametro da prendere in considerazione bensì la classe energetica. Quelli in classe A+++  sono quelli più efficienti e consumano di meno. Il parametro di riferimento è l’ SEER, in raffreddamento e lo SCOP in riscaldamento. Maggiore è questo indice e migliore sarà l’efficienza di un condizionatore. A pieno regime uno usato in una  una stanza di 25 m quadri non consuma più di 400 Watt l’ora. Ovviamente dobbiamo tenere conto la differenza tra temperatura esterna e quella interna, la presenza di fonti di calore, l’isolamento termico della casa.
Per quel che riguarda le marche quella leader è DAIKIN. I giapponesi sono forti di un’esperienza cinquantennale nel settore della climatizzazione, a seguire ancora brand del sol levante come Mitsubishi, Panasonic e Fujitsu. Ci sono poi le coreane Samsung ed Lg che si fanno spazio ed una miriade di marche cinesi. In quest’ultimo caso si fanno buoni affari, possiamo anche acquistare condizionatori made in China a 300 euro. Per un’installazione mediamente ci vogliono 200-250 euro se si tratta di un montaggio spalla spalla, un po’ di piú se i tubi di rame devono passare dentro casa.

Lascia un commento