Carnevale in Salento

Il Carnevale in Salento è un momento di grandi festeggiamenti, si possono ammirare molte sfilate di carri allegorici e eventi legati alla tradizione di questi luoghi.
Tra gli eventi più importanti del periodo insieme al Carnevale di Putignano, c’e il Carnevale di Gallipoli.

Il carnevale nelle città del Salento

Gallipoli è tra le città del Salento che può vantare una lunga tradizione nella sfilata dei carri. Questo evento coinvolge tutta la popolazione e anche quella dei paesi vicini.
Negli ultimi anni lavorano alla preparazione dei carri anche i mastri cartapestai, e questo lavoro ha portato a una produzione di carri di alto livello che ha decretato il successo di questo carnevale anche a livello nazionale.

Oltre a Gallipoli altre cittadine famose per il Carnevale sono Melendugno, con la banda musicale e la tipica maschera di Melendugno “Mielina” , Copertino con carri allegorici e gruppi mascherati, Andrano che vede anche partecipare artisti salentini noti, Casarano con grande sfilata e premiazione finale, Corsano, con manifestazione aperta anche a gruppi di carri di altri paesi, Supersano, dove il tema dei carri rimane una sorpresa fino all’ultimo, Aradeo, che per la qualità e bellezza dei suoi carri, ogni anno chiama migliaia di visitatori.
Ad affiancare i cortei vi sono anche diverse iniziative, ad esempio il torneo di calcetto over 40 e il quadrangolare calcio giovanissimi.
Ancora sono molti noti il carnevale di Martignano con la banda e degustazione di piatti tipici e cabaret, Scorrano, dove alla fine vi è anche il tradizionale rogo di “Pascalino”, Nardò con sfilata e premiazione,

Le maschere

Le maschere tipiche del carnevale salentino sono “Lu paulinu” un povero contadino che ritornato a casa mangia a più non posso fino a morire, e viene fatto il suo funerale con il feretro che passa per le vie del paese e dietro i suoi parenti e concittadini in lutto.

La medesima cosa per un’altra maschera, “lu tidoru”, che questa volta è però un soldato rientrato al suo paese.

Specialità gastronomiche del carnevale salentino

Le specialità gastronomiche salentine non mancano nemmeno per il carnevale, è infatti il momento delle chiacchiere, dei bocconotti, ovvero cestini di pastafrolla ripieni di miele o pappa reale, ma anche crema pasticcera, marmellata o cioccolata.
Ci sono poi i taralli dolci glassati e le carteddate, ovvero cestini di pastafrolla a punta, il dolce carnevalesco salentino per eccellenza che viene però preparato anche per altre feste.
I Cannelloni di Carnevale sono una variante dei cannelloni classici, dalla tradizione contadina salentina, e contengono ingredienti semplici di mandorle tostate e tritate, ricotta schiacciata, cannella e zucchero.

I preparativi iniziano il 17 gennaio e proseguono per tutto febbraio, nei vari paesi e località, coinvolgendo anche i cittadini e in questo clima di allegria e festa e aspettano tutti i visitatori che arrivano a vedere il Carnevale del Salento.

Lascia un commento