Visitare la Grecia in ogni stagione

La Grecia è uno dei paesi più belli e turistici del mondo, dove ogni località o area geografica può racchiudere caratteristiche speciali e meravigliosi contrasti. Bisognerebbe visitarla in ogni momento, in ogni periodo dell’anno, per godersi un’esperienza davvero straordinaria. La situazione del turismo in Grecia è migliorata ancora negli ultimi anni, nonostante la crisi che ha continuato ad essere vissuta dalla popolazione, ma per l’economia del paese mediterraneo il settore turistico è fondamentale e per il 2018 si attendono almeno 30 milioni di visitatori.

È un luogo suggestivo per molti viaggiatori di tutto il mondo, che arrivano alla scoperta delle grandi attrazioni come le sue spettacolari spiagge ed i siti archeologici dell’Antica Grecia, oltre che per gustare una fantastica gastronomia che appaga il piacere di ogni turista. Le temperature gradevoli incentivano a viaggiare nelle regioni elleniche durante tutto l’anno e destinazioni come Santorini, Mykonos o Atene attirano molte persone in vacanza a godere del sole e di splendidi paesaggi anche in periodo diversi dall’estate. Ogni stagione può avere delle destinazioni ideali, più adatte agli interessi e allo stile del viaggiatore, ma si avrà sempre un’esperienza indimenticabile.

La Grecia in primavera

Konitsa è una bellissima cittadina settentrionale, vicina al confine con l’Albania, costruita nel tradizionale stile dell’Epiro e circondata da un ambiente impressionante. È una delle zone preferite dagli amanti delle attività alternative e da chi pratica gli sport di montagna: è il punto di partenza preferito dagli escursionisti che vogliono esplorare le montagne del Pindo o praticare rafting e parapendio. La vicinanza di Konitsa con luoghi naturali di particolare interesse come il Parco Nazionale Vikos-Aoos, i laghi alpini di Tymfi, le terme di Kavasila ed altro ancora, ha contribuito all’aumento di turismo nella regione.

Corfù, affollatissima in estate per le sue straordinarie spiagge e gli innumerevoli divertimenti, attrae tanti visitatori anche durante la Pasqua, la più grande celebrazione dei cristiano-ortodossi. I corfioti seguono tradizioni pasquali secolari, con usenza collegate direttamente alla storia dell’isola e al suo carattere multiculturale. Le fede ortodossa, le tradizioni della comunità cattolica, l’influenza veneziana e la vivace indole dei suoi abitanti, hanno creato delle consuetudini speciali che meritano assolutamente di essere viste.

Il Monte Pelion è un’altra particolare attrazione turistica della Grecia centrale, al confine della Tessaglia con il Mar Egeo. La montagna è ricoperta di foreste rigogliose, tra le quali sono sparsi diversi villaggi da esplorare per trascorrere una vacanza indimenticabile. Le escursioni sono il modo migliore per godersi l’atmosfera magica, con una lunga rete di percorsi e sentieri tra la natura incantevole di questa montagna.

La Grecia in estate

Rodi è una delle isole più orientali della Grecia e tra le prime ad accogliere l’estate sulle sue eccezionali spiagge, anche se le temperature miti ed i giorni di sole non mancano durante tutto l’anno. È un luogo molto internazionale ma allo stesso tempo molto radicato alle tradizioni, orgoglioso della propria storia e delle proprie attrazioni turistiche tra le quali l’antica città medievale, patrimonio mondiale dell’Unesco. Rodi è da tempo una delle destinazioni turistiche più popolari del paese.

Rethymno, Candia, La Canea o Agios Nikolaos sono località di Creta conosciute in tutto il mondo. Perchè? Trascorrere una vacanza estiva sull’isola greca più grande potrebbe essere un’ottima scusa per scoprirlo, oltre che un’esperienza di viaggio da ricordare per sempre.

A metà agosto ogni località greca celebra la festività ortodossa della Dormizione della Theotokos, quello che è il nostro ferragosto con l’Assunzione della Vergine Maria. Non fa eccezione Paros, piccola isola delle Cicladi con una delle chiese più imponenti dell’Egeo ed una processione religiosa che conclude le celebrazioni a Paroikia, il capoluogo isolano. Nella vicina Nasso il porto si illumina quando dozzine di barche da pesca raggiungono il molo, dando inizio alle festività.

La Grecia in autunno

Spetses ha un glorioso passato da scoprire. Ogni anno, nel secondo fine settimana di settembre si svolge il festival Armata, una grande ricostruzione della battaglia navale del 1822 contro la flotta turca, nella lotta per l’indipendenza dell’isola e di tutta la Grecia. All’affascinante ricostruzione seguono poi molti eventi festivi, tra grandi fuochi d’artificio e festeggiamenti.

Salonicco, seconda città greca per abitanti, accoglie migliaia di visitatori con una serie di eventi culturali di richiamo internazionale. Ad ottobre si tiene il Festival internazionale del Cinema e da settembre a dicembre tantissimi eventi (spettacoli teatrali, concerti, mostre fotografiche, arti visive e altro ancora) compongono il lungo Dimitria Festival, per celebrare il santo patrono della città.

Una visita ad Atene può indubbiamente essere un’esperienza indimenticabile ed un viaggio attraverso migliaia di anni di storia. In questo periodo le temperature locali sono ancora miti e favorevoli per visitare lo sconfinato patrimonio di siti archeologici, monumenti e capolavori dell’arte. A novembre le attenzioni sono tutte per la Maratona di Atene, storicamente privilegiata per il suo percorso originale della maratona olimpica.

La Grecia in inverno

Durante le vacanze di Natale la bellissima città di Trikala si trasforma letteralmente in un enorme parco divertimenti per grandi e bambini. Il Mulino degli Elfi ospita la squadra più dispettosa ed offre momenti indimenticabili di gioia e divertimento. Il grande parco delle fiabe, la fabbrica di cioccolato, la casa di Babbo Natale, la nave pirata e tanto altro garantiranno il meglio del divertimento nel periodo natalizio.

Kastoria, nella Grecia centro-settentrionale è conosciuta per essere la città della pellicceria greca. Ha un’atmosfera serena conferitagli dal lago Orestiada, dove godere della vista panoramica del luogo in barca o fare una romantica passeggiata lungo la riva. La Ragoutsaria è un’antica tradizione che si tiene intorno all’8 gennaio, simile ad un carnevale in cui le persone indossano maschere spaventose per allontanare gli spiriti maligni, tra canti e balli nelle strade.

E a proposito di Carnevale, a Patrasso, la città più grande del Peloponneso, si tengono i festeggiamenti più popolari della Grecia. Una grande sfilata allegra e chiassosa, con dozzine di carri allegorici, attraversa le strade di una Patrasso in festa. Non pensare di rimanere a guardare: scegli il tuo vestito di Carnevale, unisciti alla sfilata e divertiti fino allo sfinimento.

Lascia un commento