Smartphones, come saranno quelli del futuro

Nell’arco di alcune decine di anni, i dispositivi elettronici, come gli smartphones, hanno fatto balzi da gigante per tecnologia, diffusione ed utilità. Se fino a qualche tempo fa servivano solo per le chiamate e per mandare messaggi, adesso offrono decine di servizi e somigliano a computer in miniatura. Clicca qui e si potranno scoprire tutte le caratteristiche che un cellulare, come un Samsung ad esempio, può offrire al giorno d’oggi.

Se nel giro di pochi anni la tecnologia ha progredito in maniera considerevole, ci si chiede spesso come saranno invece gli smartphones del futuro. E, poi, quali saranno le loro peculiarità e se incideranno sempre più nella nostra vita e nelle attività quotidiane. Domande legittime, visto l’uso sempre più vario e diffuso che già al giorno d’oggi questi dispositivi offrono. Andiamo quindi a scoprire come potrebbe essere il futuro degli smartphones e quali le loro possibili caratteristiche.

Schermi snodabili

Una peculiarità che si prevede possa avere larga diffusione nei prossimi decenni riguarda lo schermo e la sua possibilità di non essere più rigido come quelli di oggi. Infatti, si stanno studiando quelli pieghevoli, che potranno essere resi flessibili in base alle esigenze di ciascuno e, nel caso, addirittura, arrotolati e messi in tasca, come una semplice penna. Il tutto per fornire il minimo ingombro possibile.

Batterie piccolissime e ricaricabili in maniera semplice

Una delle problematiche odierne riguarda il consumo eccessivo di energia dei nostri dispositivi a fronte di batterie di durata relativa e soprattutto ingombranti. Si andrà sicuramente verso una riduzione delle dimensioni di queste. Inoltre, per risolvere la difficoltà di ricarica, soprattutto quando non si hanno prese elettriche a disposizione, i cellulari si potranno ricaricare attraverso cellette solari (dove sarà possibile) oppure attraverso i movimenti del nostro corpo, quindi con energia cinetica.

Realtà aumentata e informazioni ovunque

Una tecnologia già presente al momento in forma limitata e approssimativa, ma che in futuro sarà ancora più diffusa ed utilizzata è quella che ci permette di osservare un luogo o una struttura e averne delle informazioni in tempo reale. La realtà aumentata infatti consentirà alle persone di vedere, attraverso uno smartphone, un quadro in un museo oppure la fermata di un autobus e riceverne informazioni sull’autore oppure i minuti di attesa, i mezzi in arrivo e relative destinazioni.

Comandi vocali e addio touch-screen

Se, al momento, tendiamo ad utilizzare le dita ed il touch-screen per attivare delle funzioni, in futuro si potranno avviare attraverso la semplice voce umana. Già questa tecnologia, sia pur limitata, in parte esiste, grazie ad alcuni sistemi come il Siri. Tuttavia, nei prossimi decenni si migliorerà e permetterà non solo di richiedere dei servizi (accendere le luci di casa ad esempio), ma anche fornire dei comandi precisi, come vedere delle mappe quando si è in macchina.

Lascia un commento