Iliad Mobile Italia. Le ultime novità sul quarto gestore

Iliad Italia, il prossimo quarto gestore mobile italiano proveniente dalla Francia si sta ormai facendo sentire da mesi pur non avendo ancora del tutto palesato la sua presenza sul nostro territorio nel concreto, diventando in un certo qual modo importante ancora prima di cominciare la sua scalata alla vetta di quel famoso 10% del mercato, che i piani alti aziendali si sono prefissati sin dall’inizio.

Anche se ad oggi mancano certezze e conferme ufficiali sulle tariffe di Iliad, si continua da un lato a sperare che siano super convenienti, basta anche guardare i primi sondaggi rivolti agli utenti, ma gli utenti auspicano anche una copertura accettabile e stabile rispetto a quanto a volte riescono ad ottenere dai grandi operatori telefonici italiani, vedi Wind Tre che ha dato tanti problemi a più riprese.

E’ inoltre recentissima la conferma di un importante accordo tra Iliad e Auchan per la realizzazione di distributori automatici di sim card che saranno un’esclusiva e una novità lanciata proprio da Iliad. Mesi fa arrivarono voci anche su questo aspetto: la distribuzione dei propri servizi e cosi come in Francia, anche in Italia ci dovrebbero essere pochissimi punti vendita fisici, saranno probabilmente pochi ma buoni, piazzati strategicamente in alcune grandi città.

Quella dei distributori automatici di sim è un’assoluta novità per l’Italia e Iliad conta molto su questo tipo di distribuzione oltre ovviamente all’aspetto web tramite sito commerciale ufficiale da cui sarà possibile attivare servizi e offerte con spedizioni a domicilio, questo farà risparmiare bei soldini a fine anno, che si tradurranno nella possibilità di offrire e mantenere costi delle tariffe più basse.

Per quanto concerne invece la copertura mobile, Iliad utilizzerà la propria rete di proprietà in poche zone d’Italia almeno per i primi mesi, quindi sul resto del territorio utilizzerà la rete di Wind Tre. Il 4G quindi dovrebbe essere garantito e non solo quello.

Già in questo momento, è possibile fare una primissime verifica della copertura di rete di Iliad, cercando con il proprio telefono le reti mobili presenti nella propria zona e si potrà verificare la presenza del codice numerico 222-50 che identifica proprio Iliad.

Questo, che si chiama anche ran-sharing, permette al quarto operatore mobile di avere sin da subito una eccellente capillarità di rete sul territorio nazionale e quindi poter garantire sin da subito un’ottima copertura, sebbene non del tutto di sua proprietà.

Intanto i lavori per ottenere il più presto possibile un’estesa copertura con la propria rete di proprietà proseguono a gonfie vele, in questi giorni la rete diretta Iliad è sbarcata a Novara ma anche a Roma si lavora molto in questa direzione e in altre grandi città italiane.

Intanto nell’attesa di scoprire se anche i grandi operatori italiani come Tim, Wind Tre e Vodafone faranno le loro contromosse, qualcuno come Fastweb già da alcuni mesi sta stravolgendo la sua strategia commerciale puntando tutto sulla trasparenza, sulla semplicità con costi chiari, senza penali nascoste.

L’ultima in ordine di tempo è la prova gratuita di un mese per il servizio mobile, insomma Fastweb sembra proprio prepararsi ad affrontare Iliad al meglio. Gli altri cosa faranno?

Lascia un commento