Come mantenere efficiente un impianto a metano

L’impianto a metano è sicuramente una soluzione vincente al giorno d’oggi per i possessori di automobili, in quanto comporta diversi vantaggi rispetto ad un impianto a benzina, diesel o GPL:
• Permette di utilizzare l’auto anche dove un impianto a GPL è vietato, poiché non vi è nessun rischio in caso di perdita, ad esempio nei piani interrati e nei garage;
• È ecologico, riduce di oltre il 20% le emissioni di CO2 contribuendo a ridurre l’inquinamento, perciò permette di circolare con l’auto anche nei casi in cui vi siano blocchi al traffico per ridurre le emissioni e nelle zone a traffico limitato;
• È senza dubbio il più conveniente a lungo termine grazie al basso costo del carburante ed ai consumi ridotti.
Sebbene comporti grandi vantaggi, questa tipologia di impianto richiede delle attenzioni in più rispetto ad un normale impianto a benzina o diesel, per garantire il costante risparmio in termini economici evitando l’insorgere di problematiche.
Esistono alcuni semplici ma utili consigli, che se seguiti, permetteranno ai possessori di un’auto con impianto a metano di mantenerne il massimo dell’efficienza e della qualità a distanza di anni.

Ecco 5 accortezze che suggeriamo di tenere per far in modo che il vostro impianto a metano continui a mantenere la sua efficienza:
1. Ogni tanto utilizzare la benzina: gli impianti a gas non permettono una buona lubrificazione del motore, perciò è consigliato consumare un pieno di benzina ogni 7 di metano;
2. Partire a benzina: il gas arriva ad una temperatura alta più lentamente e soprattutto in inverno questo comporta difficoltà di avviamento, partendo a benzina per poi effettuare subito il passaggio a metano facilita la partenza. Le automobili di ultima generazione effettuano questo passaggio in automatico;
3. Usare gli additivi appositi per metano: come in tutti gli impianti, anche in quello a metano gli iniettori tendono ad incrostarsi con l’usura, e ciò compromette il loro regolare funzionamento;
4. Effettuare la manutenzione delle bombole ogni 4/5 anni: i centri autorizzati e specializzati si occuperanno di verificare lo stato di usura delle bombole per scongiurare il problema della corrosione interna;
5. Controllare il filtro dell’aria in aspirazione: mantenendolo pulito si riducono i consumi e si ottimizza la combustione.

Il monitoraggio e gli interventi di manutenzione devono essere effettuati dalle officine competenti e specializzate in installazione ed assistenza di impianti a gas, le quali richiedono al cliente solo i costi di manodopera, poiché il ricollaudo delle bombole è gratuito nel nostro paese, ad eccezione per eventuali sostituzioni delle valvole.
Una domanda ricorrente tra chi valuta la scelta di un impianto a metano riguarda la preoccupazione di una perdita di potenza da parte dell’auto, questo, però, è un problema che non consiste più nei nuovi impianti e nelle auto a metano di nuova generazione. In ogni caso, con una manutenzione periodica e seguendo questi 5 semplici consigli, vi accorgerete che la vostra auto resterà performante nel tempo.

Lascia un commento