Tipologie di prestiti INPDAP 

I prestiti INPDAP consistono in prestiti che vengono erogati dalla sezione INPS che si occupa dei dipendenti pubblici, che fino al 2012 si chiamava INPDAP. Si tratta di prestiti a tasso agevolato riservati ai dipendenti pubblici ed alle loro famiglie, nonché ai pensionati pubblici. L’ente che eroga il presto, detto Inpdap (Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica) dal 2011 è parte integrante dall’Inps.

Per questo oggi, come già sottolineato nel portale di riferimento www.prestitoinpdapok.com non si parla sempre di prestiti INPDAP ma di prestiti Inps Gestione Dipendenti Pubblici, ma spesso si utilizza ancora il vecchio nome per evitare confusioni.
I prestiti INPDAP consistono in finanziamenti agevolati che vengono erogati direttamente dall’INPS oppure da alcune banche convenzionate, agli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici INPS.

Sono diverse le soluzioni offerte dai prestiti INPDAP per venire incontro alle esigenze di tutti i clienti.

Vediamo tutte le tipologie di prestiti INPDAP.
• Piccoli prestiti. Consistono in prestiti INPDAP che erogano piccole cifre, hanno una durata massima di quattro anni, in genere sono rivolti alle persone che hanno necessità di coprire subito una spesa urgente ed improvvisa.
La somma di denaro che viene erogata col piccolo prestito in questione non può superare, all’anno, l’importo medio netto di un mese di stipendio o di pensione.
Non viene richiesta la documentazione delle spese, e la somma deve essere proporzionale al periodo di finanziamento.
La somma così erogata viene poi rimborsata per mezzo di rate mensili, 12, 24, 36 o 48 a seconda. In genere il rimborso avviene per mezzo di addebito diretto sul conto corrente.
• Ci sono poi i prestiti pluriennali diretti. Sono prestiti di durata fra 5 e 10 anni, e vengono in genere concessi a coloro che debbano sostenere una spesa di un certo tipo, sempre documentata: ad esempio, l’acquisto della casa, della macchina, matrimonio, ecc.
La documentazione di spesa è richiesta, servono inoltre quattro anni di anzianità e quattro anni di contributi versati per poter accedere a questa tipologia di prestito. Si chiede un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
• Ci sono i Prestiti pluriennali garantiti. Consistono in prestiti che non richiedono documentazione di spesa, ma solamente la certificazione medica di sana e robusta costituzione per evitare problemi e coprire il rischio di decesso, perdita di stipendio o riduzione. I prestiti in questione hanno durata fra 5 e 10 anni e possono essere richiesti dopo quattro anni di contributi. In genere sono erogate da banche e finanziarie convenzionate.

In conclusione possiamo dire che i prestiti ex inpdap rappresentano ancora oggi un ottima opportunità per accedere al credito con tassi di interesse molto vantaggiosi. Ovviamente questi prestiti personali rimangono un’esclusiva di dipendenti a tempo determinato e indeterminato del settore pubblico e privato. Per tutte le altre categorie di lavoratori, infatti, non è possibile accedere ai prestiti inpdap in nessuna delle loro forme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *